Vacanze in Istria


Nell'centro Europa si estende l'Istria : la regione piú evoluta in campo turistico e la regione piú vicina all'Europa . E' la pennisola piú grande dell'Adriatico e si trova in una zona d'incrocio tra due regioni : quella alpina –centro europeica e quella dinnarico – mediterranea .Con la sua montagna piú alta , Ucka (1,396 m ) ,le sue valli e le sue cittadine pittoresche , il paesaggio istriano va paragonato a quello della Toscana in Italia e della Provenza in Francia.

porerbrijunisea

La storia e la cultura

Le sue varietá , con i centri turistici e i suoi golfi e paesaggi naturali , vanno considerate come un tutt'uno . Qui l'anfiteatro romano e l'arco dei Sergi sono in perfetta armonia con le basiliche e gli affreschi medievali , mentre le cittadine costruite in pietra stanno spalla a spalla con i centri turistici moderni , che hanno un offerta molto varia.

Questa é l'Istria. L'ombelico dell'Europa. Lo scrigno nel quale vengono conservati tutti i segreti , la saggezza e l'essenza del Continente antico . E la chiave ? La portate dentro di voi ; la bontá dell'anima raggiunge la sostanza dell'Istria , vi si nasconde la vostra essenza primordiale . Sprofondate nel cuore di questo pianeta in miniatura , scoprirete la bontá e la veritá su voi stessi . Sparse per le colline circostanti giacciono ancora i castellieri in pietra , abitazioni di uomini preistorici, creati quasi settemila anni fa.E nei numerosi borghi , duemila anni di storia sono a portata di mano ;potete quasi graffiarli con le unghie e assorbirli con lo sguardo : anticho anfiteatro romano , archi di trionfo , ville , basiliche bizantine con mosaici d'oro , torri medioevali e mura , chiese e chiesette , costruzioni romaniche , sontuosi palazzi gotici e barocchi , fortificazioni austro-ungariche...

fazanarovinjmedulin

Ogni secolo un conquistatore iscrisse ,incise , devastó , e nuovamente edificó un proprio segno , un santuario , un bastione , una via , un sigillo della propri epoca . L'Istria é la patria delle olive , dei fichi , delle mandorle e dell'uva , la patria di infiniti piccoli miracoli .L'istria é un parco a cui la natura donó con prodalitá . In quest'area stretta vi sono le valli feconde , i campi di grano stesi fino al mare , il Monte Maggiore che si innalza piú di mille metri sopra il livello del mare , ruscelli e cascate , pietra e sabbia . La via vi puó portare fino a una chiesetta dagli affreschi variopinti e decorata da statuedei santi in legno , e da altri manufatti degli artigiani popolari . Gli Istriani venerano Nazareno al modo stesso dei tempi antichi , perché a Dio e alla fede si é piú vicini in una piccola chiesetta che in una magnifica cattedrale . In queste chiesette troverete un'altro simbolo di questa regione , un alfabetto strano , né latino , né cirillico : il glagolitico .Per secoli si usava quest'alfabeto croato antico , apparso solo in questa parte del mondo . Un'altra via vi porterá fino ad una piccola trattoria o cantina dall'aspetto modesto , dove si ritiene che il vino sia un dono degli Dei . Su un vassoio o piatto di terracotta , vi sará offerta una squisita pietanza tipica , sontuosa nella sua modestia .Ancora un miracolo – il tartufo .Il tartufo bianco, una specialitá gastronomica divina , un afrodisiaco , un fungo-tubero del sottosuolo che solo cani appositamente addestrati possono trovare . La terza strada vi porterrá ad una sagra di pagra di paese o ad una festa religiosa popolare : in piazza il ballo antico «balun» ,la musica degli strumenti primitivi tipicamente istriani: «rozenice» , «mih» , «dulice»... e risona , un pó rozzo , il canto a due voci . Il sole bruciante tramonta immergendosi nel mare . Vi allettano le notti istriane...

kazunlavandawine

Cosa vogliamo sottolineare quando diciamo che il 45. parallelo passa attraverso l'Istria?Dire semplicemente che l'Istria é situata esattamente a metá strada tra l'Equatore e il Polo Nord ,nella zona climaticamente piú allettante dell'emisfero settentrionale . L'idillico e simbolico 45 grado di latitudine contrassegna una zona dove é quasi sempre primavera . In Istria la temperatura media annuale é di 14°C . É la penisola dagli inverni miti , piacevoli estati e con vegetazione mediterranea .

Carta d'identita dell'Istria


Posizione: La regione piú ad ovest della Reppublica Croazia , la piú grande penisola sull'Adriatico

Superfice: 2,820 km2

Numero di abitanti: 200,000

Lunghezza della costa: 445,1 km (la costa fratagliata é lunga il doppio della rete stradale).La costa occidentale dell'Istria é lunga 242,5 km e con le isole 327,5 km(178,1 M) . La costa orientale é lunga 202,6 km e con gli isolotti raggiunge i 212,4 km (114,5 M).

Clima: mite mediterraneo , le estati non sono troppo calde e gli inverni sono miti .Sulle spiagge , la media giornaliera d'estate é di circa 10 ore .Venti tipici : bora(soffia da nord verso il sud , porta tempo sereno) , scirocco(vento caldo , porta la pioggia) , maestrale(debole , soffia d'estate , dalla terra verso il mare).


Mese
Temperatura max. giornaliera
Temperatura min. notturna
I giorni di pioggia
La temperatura del mare
Aprile
16
9
7
13
Maggio
21
12
9
17
Giugno
25
16
6
21
Luglio
27
18
5
23
Agosto
27
18
5
24
Septtembre
24
15
6
22
Ottobre
19
10
9
18

Centro amministrativo: Pazin , 9 000 abitanti

Centro economico: Pola , 82 000 abitanti


Calendario delle fiere


PISINO: ogni primo martedí del mese

GIMINO: ogni secondo mercoledí del mese

DIGNANO: ogni primo sabato del mese

MONTONA: ogni terzo lunedí del mese

SANVINCENTI: ogni terzo martedí del mese

VISIGNANO: ogni ultimo giovedí del mese


Musei in Istria


UMAG

Museo civico, trg Sv.Martina bb , tel . 741-440
Aperto : dalle 10.00 alle 12,00 e dalle 19,00 alle 22,00 , escluso il lunedí

BUJE

Raccolta etnografica, trg slobode 4 , tel.772-023

POREC

Museo etnografico del parentino , Dekumanova 9 , tel.431-585,tel./fax:452-738
Aperto : dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 18,00

ROVINJ

Museo civico di Rovigno, Trg m.Tita 11,tel.816-720,fax830-650 , e-mail :muzej-rovinj@pu.tel.hr
Aperto: dalle 10,30 alle 14,00 , escluso la domenica e i giorni festivi

PULA

Museo archeologico istriano, Carrarina 3,tel.218-603 , fax.:212-415
Aperto : dalle 9,00 alle 20,00 , la domenica dalle 10,00 alle 15,00

Collezione d'arte medievale , Istarskog konzula 1 , tel.34-629

Anfiteatro romano , Flavijevska bb , tel.34-604
Aperto : dalle 8,00 alle 21,00

Tempio d'Augusto , Forum , aperto dalle 10,00 alle 20,00

Museo storico dell'Istria , Kaštel , Gradinski uspon 6,tel.211-740 , 211-566
Aperto : dalle 9,00 alle 19,00

Parco nazionale di Brioni , Arheološki muzej , tel.525-883

Nesazio – Valtura

VODNJAN

Raccolta d'arte sacra / Corpi mumificati dei santi, Crkva Sv.Blaža , Zagrebacki trg , tel./fax:511-420

LABIN

Museo popolare di Albona , 1.maja 6 , tel.885-477 , fax:855-026
Aperto : da giugno a settembre ogni giorno dalle 10,00 alle 13,00

PAZIN

Museo etnografico istriano, Istarskog razvoda 1 , tel./fax:624-351 i tel.622-220
Aperto :da giugno a ottobre , ogni giorno dalle 10,00 alle 17,00 , il sabato , la domenica e nei giorni festivi dalle 10,00 alle 13,00

BUZET

Museo civico di Pinguente , Trg rašporskih kapetana 1 , tel.662-792 , fax : 662-836
Aperto : ogni giorno dalle 9,00 alle 13,00 , il giovedí dalle 16,00 alle 18,00 , fatta eccezione per il sabato e il domenica


Giochi unici della natura


LE ISOLE BRIONI – parco naturale Quale unico parco nazionale nella penisola istriana , l'arcipelago di Brioni , formato da 14 isole per 736 ettari di superficie , rappresenta il piú interessante e frastagliato gruppo di isole in Istria .La ricchezza del mondo vegetale ,creata agli inizi del XX sec. Da forma a un ambiente verde veramente unico nel quale hanno trovato dimora numerose specie di ucelli , cervi , mufloni e altra grossa selvaggina .

PUNTA KAMENJAK e le isole di Medolino - paesaggio tutelato L'estremo lembo meridionale della penisola istriana , con la sua sinuositá insolita , é allo stesso modo interessante se osservato dalla terraferma , dal mare o dal cielo . E' una delle ultime oasi del litorale che ha conservato il suo aspetto di un tempo – é un mosaico di campi coltivati , pascoli e verdi boschetti quasi immersi nel mare .Quella che sembra terra bruciata nel punto piú a sud dell'Istria , Punta Kamenjak conserva nel suo grembo i grandi segreti della natura . Grazie alle piante endemiche e la dimora molto particolare per qualche specie di uccelli , Punta Kamenjak é diventato paesaggio tutelato.

LA FOIBA DI PAZIN E' un fenomeno naturale unico : il torrente Foiba (in croato Pazincica) s'immerge nel sottosuolo attraverso la gola , ai piedi di un imponente roccia con un castello medievale.

GRACISCE – PICAN(GALLIGANA-PEDENA) - paesaggio tutelato Collocati sulle vette di due colli , queste due cittadine medievali offrono un panorama unico sulla vallata , dalla quale impetuoso si erge il piú alto rilievo istriano , l’Ucka (Monte Maggiore) . La struttura variegata del suolo , con la marna alternata alla pietra calcarea , da origine a un rilievo di tipo insolito che fregia le vallate formate nella marna , percorse dai torrenti .

LA GROTTA DI BAREDINE Al momento é l’unico monumento geomorfologico della natura , turisticamente valorizzato in Istria . La grotta , della profonditá complessiva di 132 m , con 5 sale e un lago a sifone , é ricca di stalattiti e stalagmiti di forma insolita . Interessante anche il mondo animale aotterraneo dove , oltre al proteo trovimo trasparenti granchietti in miniatura e insetti .

PUNTA CORRENTE– parco bosco Nella parte del sud della cittá di Rovigno troviamo il primo parco-bosco tutelato in Istria , la cui etá é di un centinaio d’anni .É uno dei parchi-boschi piú importanti del nostro litorale , di alto valore estetico e botanico . I numerosi prati erbosi sono percorsi da sentieri , qui troviamo varie specie di snelli cipressi , conifere , abeti e cedri : é molto interessante il gruppo di cedri dell’Himalaya .

IL CANALE DI LEME Il Canale di Leme é sorto dalla sommersione della valle d’erosione nella roccia calcarea . La stretta insenatura , si addentra nella terraferma per la lunghezza di 11 km dando vita a uno dei piú bei paesaggi istriani . Si tratta di un interessante fenomeno geomorfologico , fra ciglioni di roccia ricoperte da vegetazione varia , che raggiungono l’altezza di 150 metri sul livello del mare.

La piú...


l'Istria é la piú grande penisol dell’Adriatico

l'Istria é la regione piú occidentale della Croazia

l'Istria il Mediterraneo piú vicino alla Mitteleuropa

l'Istria é attraversata dal 45. parallelo di latitudine nord, dunque la nostra penisola si trova esattamente nel punto mediano dell’emisfero settentrionale , a metá stradatra l’equatore e il polo nord

il punto piú alto é Ucka (Monte Magno) con 1,396 m

il fiume piú lungo é Mirna (Quieto) con 32 km

l'Istria conta il numero incredibile numero di 636 centri abitati e poco meno di 200,000 abitanti

la cittá piú grande é Pola (82,000)

Hum é la cittá piú piccola del mondo

la cittadina piú merridionale é Premantura

il piú grande faro istriano é quelo di Salvore , é alto 36 metri

il piú grande centro naturistico dell’Istria e dell’Europa , é Konversada,vicino a Orsera

l'animale piú grande é il bue istriano.Raggiunge l'altezza di 180 cm e il peso di 1.200 kg

Gastronomia


Piatti tipici
Prosciutto istriano , formaggio pecorino , tartufi
Minestra (Pentola di verdure)
Piatti a base di pasta fatta in casa : «fuzi» , gnocchi , lasagne , maccheroni con gulach di selvaggina
Piatti di carne : salsicce caserecce , costatine con crauti
Piatti di frutti di mare : marinata di sardine , brodetto di pesce , conchiglie , granchi o calamari
Pesci: orata , spigola , scorfano rosso , pagello
Insalate : di granchi , polpi , folpi
Frutti di mare : ostriche , cappe sante , dondoli , cozze
Dolci : crostoli , frittole , «povetica» , «cukerancici»

Vini tipici
Malvazija – vino bianco
Teran - vino rosso
Borgonja - vino rosso
Hrvatica - rosé

Vini di qualita
Pinot – bianco e grigio
Chardonnay - vino bianco
Cabernet - vino rosso
Merlot - vino rosso
Muąkat - vino bianco

Aperitivi e digestivi
Grappa nostrana , con erbe aromatiche
Bisca - grappa tipica (Roc , Hum)
Komovica - grappa tipica